LA BATTAGLIA DI BRUXELLES. 2011 Viaggio al centro della crisiIL VENTO DELL'EST
Torna a: Saggistica
PDFStampa

LA "SANTA" SETTA

Il potere della 'ndrangheta sugli affiliati e il consenso sociale sul territorio

Seconda edizione
Autore: Lia Staropoli
ISBN
978-88-7221-540-1
Anno di pubblicazione
2015
Pagine
140
Dimensioni
14x21
Stampa
Bianco e nero
Array
Prezzo di vendita12,00 €
2-3d.gif
Descrizione

"Molti fattori hanno consentito alla mafia calabrese di ingrandirsi e di diffondersi in maniera capillare, una delle cause principali è il "consenso sociale". La 'ndrangheta riesce nel corso del tempo ad imporre le proprie regole sfruttando persino i simboli religiosi. Ammantando di sacralità i propri rituali esoterici, tipici di ogni setta occulta, aumenta l'adesione psicologica e il senso di appartenenza dei propri affiliati ad un principio di coesione che si basa su un sistema criminale. Mentre la partecipazione degli 'ndranghetisti a pubbliche funzioni religiose è una delle più efficaci forme di propaganda e di legittimazione del proprio potere nelle zone in cui prevale una cultura cattolica.....

.... chi credeva superare queste esorteriche cerimonie di affiliazione da parte della 'ndrangheta deve ricredersi, perquisizioni, intercettazioni telefoniche e ambientali confermano ancora una volta che l'organizzazione criminale non rinuncia alle proprie tradizioni "sacre" e alla "benedizione" dei propri santi.

.... Le cerimonie di affiliazione nel corso della vita degli 'ndranghetisti si intersecano con i sacramenti della Chiesa, battesimi, cresime e matrimoni sanciscono alleanze e rafforzano consorterie mafiose, mentre la partecipazione alle funzioni religiose pubbliche consente ai capimafia di ostentare il proprio potere mafioso in un contesto di religiosità che legittima e consacra".

(Dall'introduzione alla seconda edizione).

Rilegatura
Brossura